Love-truffa: sventata e divertita

Arrivano tutti i giorni email di qualcuno che ti offre somme di denaro da capogiro in regalo perché non sa dove mettersele, o perché sta per tirare il calzino, è solo al mondo, e guardacaso ha trovato proprio te…

Una truffa più fantasiosa e romantica è stata inventata  da un sedicente Stefan Miller che va a caccia di tardone su skype,  presentandosi come Ufficiale della Royal Navy in missione a Kabul  e chiedendo educatamente di poter chattare per conoscersì un po’ meglio, perché è tanto solo, sta cercando una persona speciale,  eccetera eccetera.

La tardona del caso sono io, che non avendo niente di meglio da fare ho dato corda  a questo tipo per vedere dove andava a parare.

Che non fosse un suddito di Sua Maestà l’avevo intuito dalle prime tre parole del suo primo messaggio scritto in un inglese che se il mio fa schifo, il suo ancora peggio.

Per un discreto lasso di tempo il romanticone mi manda missive tanto struggenti quanto sgrammaticate,  credendo di  solleticare una vanità che per causa di forza maggiore ormai non ho più e manifestando sentimenti profondissimi a cui sarebbe stato difficile resistere se non avessero avuto odore di falso lontano non uno ma dieci miliardi di miglia. Comunque sto al gioco e mi diverto anche.

Finché, la scorsa settimana, ricevo la notizia delle notizie: lui e io, coppia ormai consolidata e incrollabile, siamo stati baciati dalla fortuna.

” i want to tell you something important and i want you to keep this secret between us. When the NATO forces get into some rooms in the Taliban hide camp there were some trunk boxes and when it was opened it was filled with US dollars notes, the commander that lead the raid said the boxes should be set on fire but most of the soldiers said no that the money should be shared among every soldier and with the Red Cross personnel that accompany us, so we eventually agreed after a long argument with he commander and the soldiers, so I was given the sum of one million two hundred US dollars (US$1,200,000.00). It’s a good news for both of us. I kept the money in the Red Cross camp here in Kabul and I am making arrangement with a courier agent who will deliver the money to you, so you can keep it for me until I finish my work and come over there. I am telling you about this money is  because of the trust and confidence I have in our relationship believing that our partnership in this transaction will lead us to success. The trust deposed on you now is enormous hence I need your committed co-operation, sincerely and transparency. Remember that success of this transaction will also depend on how secrecy it is kept no matter your relationship with the person even when the money has been transfer to you. My dream is after this money has been successfully transferred to you when i get home i will retired and come to you and we can open an account in your bank and deposited the money and subsequently invest of the money in your country subject to your supervision where I  will live throughout our life. Please your major role is to research on where we will invest  the money becasue as a civil servant and have little or no knowledge about business enterprises.”

Gli dico che sono proprio contenta, che non aspettavo altro che un omino generoso come lui, e gli  chiedo quanto devo pagare perché il corriere mi consegni il malloppo . La risposta è ovviamente niente. “Tutto è pagato a monte, darling, con tutti questi soldi, figurati se ti lascio pagare qualcosa. Anzi, appena ricevi la valigetta con il milione e spiccioli di dollari, mettiti subito in cerca di una bella casa per noi due, che appena ho fatto ti raggiungo e andiamo incontro al nostro radioso futuro insieme”.

Dov’è il trucco? Lo voglio proprio scoprire…

Venerdì mattina ricevo un messaggio da un tale Abel che dice di essere il corriere e che, curiosamente, infarcisce la mail con gli stessi identici errori di Stefan.

Mi dice che l’hanno bloccato alla dogana di Giakarta… e che per poter ripartire deve aprire la valigetta, quindi IO devo dirgli il codice. Altrimenti deve pagare una mazzetta per scansare il controllo.

Da Kabul all’Italia gli aerei passano per Giakarta? Codice della valigetta? Mazzetta? Gli suggerisco di rivolgersi a Stefan. Lui saprà di certo come risolvere la questione.

Nel frattempo “ricompare” anche Stefan, che, al corrente di tutto,  mi dice di non poter dare il codice ad Abel, sarebbe come darsi la zappa sui piedi. Né tantomeno può mandargli soldi. Ma la soluzione esiste: i soldi glieli mando io, e poi li recupero da quelli contenuti nella valigetta che ben presto riceverò se sarò comprensiva e seguirò le sue istruzioni.

Chiaro: i due sono uno solo che ce l’ha messa tutta per fregarmi. Altro che darling e my love! Purtroppo per lui, questa volta  gli è andata male.

4 thoughts on “Love-truffa: sventata e divertita

  1. Sono stato truffato da un certo Michel in Costa d’Avorio che mi innamorai completamente e accecato dalla mia solitudine, per oltre 2 mesi, una somma di 26.000 € e grazie a Dio sono venuto in contatto con un agente interpol, il signor Bernard Fioles, grazie a questo signore questi truffatori sono stati arrestati e sono stato rimborsato oltre al risarcimento
    Vi lascio i suoi contatti e-mail:
    services_police_interpol@diplomats.com

  2. MI sono divertita parecchio a leggerti, Maria Antonietta! La tua autoironia è unica! Pensa che una bella signora romena che fa la badante a Pisa ha “incontrato” in rete la stessa persona e stava per mandargli dei soldi ma poi mi ha chiamato – aveva saputo di me da un’amica sua per la quale ho svolto una traduzione giurata – e mi ha chiesto un appuntamento per chiedermi un consiglio sul “generale” NATO!
    A lei il tizio aveva chiesto prima la scansione dei suoi documenti privati (!) e poi di inviare soldi ad un ragazzo africano (da lui adottato) poichè lui essendo in guerra non aveva accesso ai suoi conti multimilionari…!

    Continuerò a leggerti, complimenti per il blog e per i tuoi corsi!

    Veronica Drugas

  3. Nemmeno ‘sta volta diventi ricca … tocca proprio lavorare! Ma grazie di questa lettura con il primo caffè, splendida 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...