Lavoro in tempo di crisi

Quando il telefono tace da diversi giorni e poi finalmente suona e qualcuno ti dice che ha bisogno di te, non puoi essere che felice.

Ma il lavoro che mi è arrivato stamattina non mi ha reso contenta, anzi.

Un testamento presuppone sempre che *a monte* ci sia un de cuius, ma quando questo è una persona che conoscevi la cosa ti tocca di più.

Stephen, che riempiva Piazza San Michele di musica e danza, se n’è andato.

Vero è che non lo vedevo da un pezzo, ma pensavo che fosse tornato in Inghilterra. Invece no. È andato in quel cielo dove potrà ballare in piazza senza che i vigili urbani lo facciano sloggiare perché disturba.

Della sua vita parca resta un pezzetto di terra che ha lasciato a un amico e il suo testamento olografo, dai tratti minuti e aggraziati come le sue movenze di danzatore.

Dance in peace, Stephen.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...