Gli orizzonti si allargano, la Cina si avvicina

Legal_Chinese_1Il Centro Culturale Shaolin di Milano ospiterà il prossimo 20 aprile, nella sua sede di Via Teglio 11, il Primo Corso di Diritto Cinese comparato.
Siamo molto contenti che questa prima edizione sia patrocinata da un ente cinese molto ben radicato in Italia.
E siamo anche contenti che lo Studio Ferro-Mannoni debutti ufficialmente con un’iniziativa  nuova di zecca sullo scenario della formazione. Sappiamo bene che il mercato pullula di corsi di ogni tipo, ma qualcosa di così specifico mancava davvero e, dato il peso commerciale della Cina, ci è sembrato opportuno offrire una possibilità di avvicinamento alle normative di questo Paese, iniziando proprio dalla Legge cinese sui Contratti (nella versione in lingua originale e in inglese), analizzandone le peculiarità giuridiche e gli aspetti culturali e confrontandola con le nostre normative in materia. 

Prima FAQ: “Bisogna conoscere il cinese per seguire il corso?”

Il corso prevede la comparazione di tre sistemi giuridici nelle tre rispettive lingue (cinese-inglese-italiano) ed è quindi fruibile su più livelli, a seconda del background dei partecipanti. Fondamentalmente è consigliabile almeno una conoscenza di livello medio del cinese, ma possono trarre profitto dal corso anche coloro che, pur non conoscendo questa lingua, abbiano una buona formazione in ambito giuridico e  intendano ampliare le proprie conoscenze in materia di comparatistica, avviandosi alla scoperta del sistema giuridico della Cina. L’insegnamento è infatti impartito in lingua italiana, con continui riferimenti alla Legge cinese sui Contratti. 

Seconda FAQ: “A chi è rivolto il corso?”

Il corso è di natura trasversale, in quanto copre le esigenze sia di un pubblico orientato agli aspetti linguistici, sia di un pubblico orientato agli aspetti giuridici. Ne consegue che la fruibilità spazia da studenti di lingua cinese e cultori della materia, a traduttori in ambito giuridico, fino a operatori del diritto e operatori commerciali con aperture sulla Cina.

Il programma completo è visibile nella locandina.

Chi volesse saperne di più ci contatti via mail all’indirizzo

interpretariato.traduzione@gmail.com

o telefonicamente al numero 3474494834.

Annunci